glossario dell'illuminazione

//glossario dell'illuminazione

glossario dell'illuminazione

glossario dell'illuminazione

Accent Lighting
Illuminazione direzionale per enfatizzare un oggetto particolare o attirare l'attenzione su un oggetto di visualizzazione.

Adattamento
Il processo mediante il quale l'occhio umano si adatta a un cambiamento nel livello di luce.

Informazioni aggiuntive
Applicazione tipica e / o altre informazioni importanti tra cui note a piè di pagina, informazioni operative, caratteristiche e vantaggi.

Illuminazione dell'ambiente
L'illuminazione generale presente in un'area, ad esclusione dell'illuminazione delle attività e dell'illuminazione d'accento, ma compresa l'illuminazione generale e la luce del giorno in streaming.

ampere
("Amp.") Una misura della corrente elettrica. Nelle lampade a incandescenza, la corrente è correlata alla tensione e alla potenza nel modo seguente: Watt (potenza) = Volt x Ampere (corrente).

American National Standards Institute (ANSI)
Un'organizzazione basata sul consenso che coordina standard volontari per le caratteristiche fisiche, elettriche e prestazionali di lampade, reattori, apparecchi di illuminazione e altre apparecchiature elettriche e di illuminazione.

Tipo di ballast ANSI
Tipo di ballast utilizzato per far funzionare la lampada secondo lo standard ASNI.

Codici ANSI
Questi sono codici di lettere 3 assegnati dall'American National Standards Institute. Forniscono un sistema che garantisce l'intercambiabilità meccanica ed elettrica tra lampade con codici simili di vari produttori. General Electric utilizza i codici ANSI assegnati come codici di ordinazione delle lampade per la maggior parte delle lampade di proiezione.

Domanda
Chiamata anche "applicazione di illuminazione", si riferisce all'uso particolare a cui viene impiegata la lampada. (ad es. applicazione industriale high-bay o applicazione di illuminazione al dettaglio). Il termine può anche riferirsi in generale a "ingegneria dell'applicazione" che si occupa di parametri specifici e utilizzo di sorgenti luminose. (ad es. come realizzare un layout di illuminazione, dove posizionare gli apparecchi e così via.)

Arco
Un termine generale per una scarica elettrica ad alta intensità che si verifica tra due elettrodi in un mezzo gassoso, di solito accompagnato dalla generazione di calore e dall'emissione di luce (Vedi SCARICO ELETTRICO).

Lampada ad arco
Una sorgente luminosa contenente un arco (vedi sopra). Chiamata anche lampada a scarica o lampada a scarica ad arco (Vedi SCARICO ELETTRICO).

Lunghezza dell'arco
Nelle lampade a scarica ad alta intensità questa è la distanza tra le punte degli elettrodi, che rappresenta la lunghezza fisica della scarica elettrica.

Atmosfera
Questo campo indica il tipo di gas o vuoto che riempie un volume o una camera della lampada. Questa camera potrebbe contenere un filamento o potrebbe riferirsi al bulbo che contiene il tubo dell'arco.

B

Zavorra
Un'apparecchiatura ausiliaria necessaria per avviare e controllare correttamente il flusso di corrente a sorgenti luminose a scarica di gas come fluorescente e scarica ad alta intensità (HID) lampade.

Fattore di zavorra (BF)
Questa è la percentuale del valore nominale di una lampada lumen output che ci si può aspettare se utilizzato su un alimentatore specifico disponibile in commercio. Ad esempio, un reattore con un fattore di zavorra di 0.93 comporterà l'emissione dell'93% della lampada della sua potenza nominale in lumen. Un alimentatore con un BF più basso produce meno luce e generalmente consuma meno energia.

Base o presa
"La base è l'estremità della lampada che si inserisce nella presa. Esistono molti tipi di basi utilizzate nelle lampade, le basi a vite sono le più comuni per le lampade a incandescenza e HID, mentre le basi bipin sono comuni per le lampade fluorescenti lineari. Tipi di base di esempio

“La presa è la presa collegata all'alimentazione elettrica

Temperatura base (massima)
La temperatura operativa massima consentita per la base in gradi Celsius. I produttori di dispositivi devono assicurarsi che tali condizioni siano soddisfatte.

Baionetta
Uno stile di base lampadina che utilizza le chiavette anziché i filetti per collegare la lampadina alla base del dispositivo. La lampadina viene bloccata in posizione spingendola verso il basso e ruotandola in senso orario.

Angolo del fascio luminoso
La dimensione angolare del cono di luce proveniente da lampade riflettenti (come R e PAR tipi) che comprende la parte centrale del raggio verso l'angolo in cui l'intensità è 50% del massimo. L'angolo del fascio talvolta chiamato "diffusione del raggio" fa spesso parte del codice di ordinazione per le lampade con riflettore. Esempio: 50PAR30 / HIR / NFL25 è una lampada di inondazione stretta PAR50 da 30 watt con un angolo del fascio di 25 gradi (Vedi ANGOLO DI CAMPO).

Beam Lumen
I lumi totali presenti all'interno della porzione del raggio contenuta nell'angolo del raggio.

Diffusione del fascio (approssimativo)
Per lampade con riflettore. L'angolo totale del raggio diretto (in gradi orizzontale o verticale) rispetto al punto in cui l'intensità del raggio scende a 50% o 10% del valore massimo di potenza della candela come indicato.

Bi-Pin
Qualsiasi base con due perni metallici per contatto elettrico. Questa è la base tipica per un tubo fluorescente di lunghezza da 1 a 4. È costituito da contatti a polo 2 che si collegano all'apparecchio. I bi-pin medi sono usati con le lampade fluorescenti tubolari tipo T-8 e T-12 e i bi-pin miniaturizzati sono usati per le lampade fluorescenti tubolari T-5.

Biax®
Marchio GE per la sua famiglia biassiale di alta efficienza e lunga durata lampade fluorescenti compatte. Un tubo dritto è piegato indietro nel mezzo, costituendo un tubo biassiale.

corpo nero
Un corpo caldo con una superficie nera incandescente a una certa temperatura utilizzata come standard per il confronto. Si noti che una superficie nera è il miglior radiatore possibile. Un filamento di tungsteno emetterà leggermente meno radiazione di un corpo nero alla stessa temperatura.

Black Light
Un termine popolare che si riferisce a una fonte di luce che emette principalmente vicino ai raggi UV (da 320 a 400 nm) e con pochissima luce visibile.

blacktop
Se la parte superiore della lampada in miniatura ha o meno un rivestimento blacktop. Il rivestimento viene utilizzato per controllare la luminosità o il riverbero indesiderati.

bitta
Un palo corto e spesso con una luce nella parte superiore, utilizzato per l'illuminazione del terreno e della passerella esterna.

Lampadina
Un modo libero di riferirsi a una lampada. "Lampadina" si riferisce alla lampadina di vetro esterna contenente la sorgente luminosa.

Materiale o rivestimento della lampadina
Il tipo di vetro (o quarzo) utilizzato nella busta di vetro che circonda la sorgente luminosa. Il materiale può anche avere dei rivestimenti applicati per ottenere prestazioni particolari.

Dimensione lampadina
Forma della lampadina seguita dalle sue dimensioni (il diametro massimo della lampadina espresso in ottavi di pollice). Per i prodotti fluorescenti compatti, "S", "D", "T" e "Q" sono usati per rappresentare Single, Double, Triple e Quad Biax® dimensioni. Il codice include anche un riferimento come T4 per rappresentare la dimensione del tubo. I proiettori rettangolari sono designati come "Rect" e il numero di millimetri in orizzontale.

Luminosità
La luminosità può fare riferimento a uno qualsiasi dei vari termini tecnici utilizzati nell'illuminazione ed è, quindi, ambigua (Vedi LUMINANCE).

C

Candela (cd)
La misura dell'intensità luminosa di una sorgente in una data direzione. Il termine è stato mantenuto dai primi giorni dell'illuminazione quando una candela standard di dimensioni e composizione fisse è stata definita come la produzione di una candela in ogni direzione. Un diagramma di intensità rispetto alla direzione è chiamato curva di distribuzione della candela ed è spesso fornito per lampade con riflettore e per apparecchi con una lampada che vi opera.

candela
la pratica attuale è riferirsi a questo semplicemente come candele.

Un termine obsoleto per intensità luminosa

Potenza di candela (media sferica)
Potenza di candela sferica media iniziale alla tensione di progetto. Il potere sferico medio è il metodo generalmente accettato per valutare la potenza luminosa totale delle lampade in miniatura. Per convertire questa valutazione in lumen, moltiplicala per 12.57 (4 pi).

Curva di distribuzione della potenza di candela
Una presentazione grafica della distribuzione dell'intensità della luce di una sorgente luminosa, generalmente una lampada riflettore o un apparecchio di illuminazione.

Lampada fluorescente compatta (CFL)
Il termine generale applicato a lampade fluorescenti che sono single-ended e che hanno tubi di diametro inferiore che sono piegati per formare una forma compatta. Alcuni CFL hanno alimentatori integrati e basi a vite medie o a candelabro per una facile sostituzione lampade a incandescenza (Vedere INTEGRAL, LAMPADE AUTOALIMENTATE).

Quantità di caso o quantità del pacchetto standard
Numero di unità di prodotto imballate in una custodia principale. Conosciuto anche come quantità del pacchetto standard.

Resistenza catodica
Resistenza del catodo in una lampada fluorescente. Viene misurato "freddo" prima dell'accensione della lampada (Rc) o "caldo" dopo l'accensione della lampada (Rh). Viene anche misurato il rapporto tra resistenza a caldo e resistenza a freddo (Rh / Rc).

Candelabro a raggio centrale (CBCP)
Si riferisce all'intensità luminosa al centro del raggio di una lampada del riflettore soffiata o premuta (come una lampada PAR). Misurato in candele.

Alogenuro di metallo ceramico (CMH®)
80 CRI) e una migliore manutenzione del lume. GE ConstantColor® CMH® le lampade presentano un design del tubo ad arco 3 che offre un'eccellente coerenza dei colori e affidabilità della lampada.

Un tipo di lampada a ioduri metallici che utilizza un materiale ceramico per il tubo ad arco invece del quarzo di vetro, con conseguente migliore resa cromatica (>

ChromaFit
Un marchio GE per lampade ad alogenuri metallici progettato per funzionare con reattori HPS, consentendo all'utente di passare dal colore giallastro di HPS al colore bianco degli alogenuri metallici senza cambiare reattori. Questi prodotti sono disponibili in entrambe le versioni ad alogenuri metallici al quarzo e ad alogenuri metallici ceramici (CMH).

cromaticità
Misura per identificare il colore di una sorgente luminosa, generalmente espressa come coordinate (x, y) su un diagramma di cromaticità (Vedi TEMPERATURA DI COLORE).

Coordinate di cromaticità
Un sistema per misurare il colore della luce emessa da una fonte di luce - una fonte primaria come una lampada o una fonte secondaria come un oggetto illuminato. Di solito due numeri, coordinate xey che vanno da 0 a 1 specificano la cromaticità.

Coefficiente di utilizzo (CU)
Nei calcoli di illuminazione generale, la frazione della lampada iniziale lumen che raggiungono il piano di lavoro. CU è una funzione di efficienza dell'apparecchio, riflessioni della superficie della stanza e forma della stanza.

Indice di rendering dei colori (CRI)
Un sistema internazionale utilizzato per valutare la capacità di una lampada di rendere i colori degli oggetti. Maggiore è il CRI (basato su una scala 0-100), generalmente appaiono i colori più ricchi. Le valutazioni CRI di varie lampade possono essere confrontate, ma un confronto numerico è valido solo se le lampade sono vicine alla temperatura di colore. Le differenze CRI tra le lampade non sono generalmente significative (visibili all'occhio) a meno che la differenza non sia superiore ai punti 3-5.

Indicatore di resa cromatica
Richiama l'attenzione sul fatto che questa è una lampada con un'alta resa cromatica, che aiuta gli oggetti e le persone illuminate ad apparire più fedeli alla vita.

Lampada fluorescente compatta (CFL)
Il termine generale si applica alle lampade fluorescenti ad attacco singolo e che hanno tubi di diametro inferiore che sono piegati per formare una forma compatta. Alcuni CFL hanno alimentatori integrati e basi a vite medie o a candelabro per una facile sostituzione delle lampade a incandescenza.

Temperatura colore (temperatura colore correlata - CCT)
"Le fonti bianche e bianco-bluastre (" fredde "), come il bianco freddo (4100K) e la luce naturale (6000K), hanno temperature di colore più elevate. Maggiore è la temperatura del colore, più bianca o blu sarà la luce (Vedi cromaticità).

"Un numero che indica il grado di" giallo "o" blueness "di una sorgente di luce bianca. Misurato in kelvin, CCT rappresenta la temperatura che un oggetto incandescente (come un filamento) deve raggiungere per imitare il colore della lampada. Fonti bianco-giallastre ("calde"), come lampade a incandescenza, hanno temperature di colore più basse nell'intervallo 2700K-3000K

Colore costante®
Un nome registrato GE per famiglie di lampade che mostrano una variazione di colore molto ridotta nel corso della vita. Si applica generalmente alle lampade GE PRECISE MR-16 e CMH (alogenuri metallici ceramici) di GE.

a luce fredda
(Vedere RIFLETTORE DICROICO)

Bianco freddo
Un termine vagamente usato per indicare una temperatura di colore di circa 4100 K. La designazione Cool White (CW) viene utilizzata specificamente per T12 e altre lampade fluorescenti che utilizzano alofosfori e hanno un CRI di 62.

Coseno-Corretto
Un misuratore di illuminamento che misura correttamente il livello di luce indipendentemente dall'angolo da cui proviene la luce. (Vedere MISURATORE DI ILLUMINANZA)

Costo della luce
Di solito si riferisce al costo di gestione e manutenzione di un sistema di illuminazione su base continuativa. La regola 88-8-4 afferma che (in genere) 88% è il costo dell'elettricità, 8% è la manodopera e solo 4% è il costo delle lampade.

covRguard®
Una speciale schermatura in plastica all'esterno delle lampade fluorescenti tubolari che contiene efficacemente particelle di vetro in frantumi in caso di rottura della lampada. Tale protezione è obbligatoria in molti settori e settori, ad esempio l'imballaggio per alimenti.

Fattore di cresta (corrente massima)
Il rapporto tra la corrente di picco della lampada e la corrente di funzionamento media della lampada (RMS). Più basso è l'attuale fattore di cresta, più delicata è la zavorra sulla lampada.

Tipo di corrente (AC / DC)
Se la tensione operativa è basata su corrente alternata o corrente continua.

D

Raccolta della luce del giorno
Progettazione illuminotecnica per interni di edifici che fanno della luce del giorno un modo per ridurre il consumo di energia.

Lampada per luce diurna
Una lampada che ricorda il colore della luce del giorno, in genere con una temperatura di colore da 5500 K a 6500K

Riflettore dicroico (o filtro)
Un riflettore (o filtro) che riflette una regione dello spettro mentre consente al passaggio delle altre regioni. Una lampada a riflettore con un riflettore dicroico avrà un "raggio freddo", ovvero la maggior parte del calore è stato rimosso dal raggio permettendogli di passare attraverso il riflettore mentre la luce è stata riflessa.

dimmerabile
Se i lumi della lampada possono essere variati mantenendo l'affidabilità.

Dimmer, controllo dimmer
Un dispositivo utilizzato per ridurre l'emissione luminosa di una sorgente, generalmente riducendo la potenza a cui viene azionato. I controlli di attenuazione stanno aumentando in popolarità come dispositivi di risparmio energetico.

Distanza tra le gambe
Per le lampade fluorescenti a forma di U, questa misura è la distanza media tra le pareti interne delle gambe.

Distanza tra i centri gambe
Per le lampade fluorescenti a forma di U, questa misura è la distanza media tra i centri di ciascuna gamba.

Distanza delle gambe esterne
Per le lampade fluorescenti a forma di U, questa misura è la distanza media dall'esterno di ciascuna gamba.

Tipo di dipartimento dei trasporti (DOT)
Il numero della lampada del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti è stato impresso sulla lente di vetro o sulla base dei proiettori.

E

Codice ECE R37
Numero della lampada standard 37 del regolamento del mercato comune europeo

Eccentricità (massima)
Nelle lampade a scarica ad alta intensità, l'angolo da lampadina ad arco è l'angolo fuori dal centro tra elettrodi e lampadina. L'angolo bulbo-base è l'angolo fuori dal centro rispetto al bulbo rispetto alla base.

GE Edison ™
Marchio di GE per un'ampia gamma di prodotti per l'illuminazione.

Premio GE Edison
Un concorso annuale in cui i lighting designer presentano i loro migliori progetti. Le voci vengono valutate da una giuria internazionale e i premi vengono assegnati durante un banchetto che accompagna Light Fair, la fiera nordamericana per l'industria dell'illuminazione.

Efficacia
Una misura di quanto sia efficace la sorgente luminosa nel convertire l'energia elettrica in LUMENS di luce visibile. Espressa in LUMENS-PER-WATT (LPW) questa misura dà più peso alla regione gialla dello spettro e meno peso alla regione blu e rossa dove l'occhio non è così sensibile.

Efficienza
le lampade a scarica convertono 25% in 40% in luce.

L'efficienza di una sorgente luminosa è semplicemente la frazione di energia elettrica convertita in luce, ovvero watt di luce visibile prodotta per ogni watt di energia elettrica, senza preoccuparsi della lunghezza d'onda in cui viene irradiata l'energia. Ad esempio, una lampada a incandescenza da Watt 100 converte il 7% dell'energia elettrica in luce

L'efficienza di un apparecchio o apparecchio è la percentuale dei lumi della lampada che fuoriesce effettivamente dall'apparecchio (vedere EFFICACIA LUMINOSA).

Scarica elettrica
Una condizione in cui un gas diventa elettricamente conduttore e diventa in grado di trasmettere corrente, solitamente accompagnato dall'emissione di radiazioni visibili e di altro tipo. Una scintilla elettrica nell'aria è un esempio di scarica elettrica, così come l'arco di un saldatore e un fulmine. (Vedere ARC, LAMPADE ELETTRODELESSE)

Lampade senza elettrodi
Sorgenti luminose in cui si verifica la scarica in una camera senza elettrodi (senza metallo). L'energia per la scarica è fornita dall'eccitazione a radiofrequenza, ad esempio microonde (Vedi Genura).

Alimentatore elettromagnetico
Un reattore utilizzato con lampade a scarica costituito principalmente da avvolgimenti in rame simili a trasformatori su un nucleo di acciaio o ferro (Vedi SFERE ELETTRONICHE).

Inferenza elettromagnetica (EMI)
I reattori elettronici ad alta frequenza e altri dispositivi elettronici possono produrre una piccola quantità di onde radio che possono interferire con la radio e la TV. I requisiti federali devono essere soddisfatti per i livelli EMI prima che un dispositivo elettronico sia considerato conforme FCC. (FCC è la Federal Communications Commission.)

Spettro elettromagnetico
Un continuum di radiazioni elettriche e magnetiche che possono essere caratterizzate da lunghezza d'onda o frequenza. La luce visibile comprende una piccola parte dello spettro elettromagnetico nella regione da circa nanometri 380 (viola) a 770 nanometri (rosso) per lunghezza d'onda.

Ballast elettronico
Un nome breve per un reattore elettronico ad alta frequenza fluorescente. I reattori elettronici utilizzano componenti elettronici a stato solido e in genere fanno funzionare lampade fluorescenti a frequenze nella gamma di 25-35 kHz. I vantaggi sono: aumento della lampada efficacia, ridotte perdite di alimentatore e reattori più leggeri e più piccoli rispetto agli alimentatori elettromagnetici. I reattori elettronici possono anche essere usati con HID (scarica ad alta intensità) lampade (vedi BALLAST ELETTROMAGNETICO).

Lampada con riflettore ellittico (ER)
An lampada a incandescenza con una superficie riflettente incorporata di forma ellittica. Questa forma produce un punto focale direttamente davanti alla lampada che riduce l'assorbimento della luce in alcuni tipi di infissi. È particolarmente efficace per aumentare il efficacia di downlight sconcertanti.

Dispositivi chiusi
(Vedere FISSAGGIO APERTO NOMINALE)

Energy Policy Act (EPACT)
Una legislazione energetica completa approvata dal Congresso degli Stati Uniti in 1992. La parte di illuminazione include l'etichettatura della lampada e requisiti minimi di efficienza energetica (lumen / watt) per molti comunemente usati incandescente e lampada a fluorescenza tipi. La legislazione federale canadese stabilisce requisiti minimi di efficienza energetica simili per le lampade a riflettore a incandescenza e le comuni lampade a fluorescenza lineare.

Indicatore EPACT (Energy Policy Act)
Significa che questa lampada è regolata a livello federale per l'efficienza energetica (Vedi ATTO SULLA POLITICA ENERGETICA).

Arricchire®
La famiglia di prodotti GE di lampade a incandescenza con l'elemento al neodimio aggiunto al bulbo di vetro. Il neodimio filtra gran parte della luce gialla prodotta dalle normali lampade. Meno giallo significa che i bianchi sembrano più bianchi e i colori appaiono più vivaci negli spazi illuminati con le lampade Enrich.

Sensibilità agli occhi
Una curva che rappresenta la sensibilità dell'occhio umano in funzione della lunghezza d'onda (o del colore). Il picco della sensibilità dell'occhio umano è nella regione giallo-verde dello spettro. La curva normale si riferisce alla visione fotopica o alla risposta dei coni. (Vedere photopic, scotopica, Fovea, visione foveale)

F

Angolo di campo
La dimensione angolare del cono di luce proveniente da lampade riflettenti (come i tipi R e PAR) che comprende la parte centrale del fascio verso l'angolo in cui l'intensità è 10% del massimo (Vedi ANGOLO DEL FASCIO LUMINOSO).

Design del filamento
I filamenti sono designati da una combinazione di lettere in cui C è un filamento di filo a spirale, CC è un filo a spirale che è a sua volta avvolto in una bobina più grande e SR è un filamento a nastro dritto. I numeri rappresentano il tipo di disposizione di supporto del filamento.

Requisiti del dispositivo
Descrive i requisiti del dispositivo per le lampade HID.
O = Dispositivi aperti o chiusi
E = Solo dispositivi chiusi
S = Lampade utilizzate in posizione verticale (Base Su o Giù) ± 15º, possono essere utilizzate in un apparecchio aperto. Le lampade bruciate con qualsiasi altro orientamento devono essere utilizzate solo in "apparecchi chiusi". Vedere i dettagli aggiuntivi nel menu di aiuto del catalogo elettronico nella categoria HID.

Tremolare
La variazione periodica del livello di luce causata dal funzionamento CA che può provocare effetti strobo.

Alluvione
Utilizzato per fare riferimento al modello di fascio di una lampada a riflettore, che disperde la luce su un ampio angolo del fascio, in genere 20 gradi o più. ("Flood" anziché "spot")

Proiettore
Un apparecchio utilizzato per illuminare una scena o un oggetto a un livello molto più luminoso di ciò che lo circonda. Di solito i proiettori possono essere mirati all'oggetto o all'area di interesse.

Fluorescenza
Un fenomeno fisico in base al quale un atomo di un materiale assorbe un fotone di luce e immediatamente emette un fotone di lunghezza d'onda maggiore. Se c'è un ritardo significativo, il fenomeno si chiama fosforescenza piuttosto che fluorescenza. È interessante notare che i "fosfori" utilizzati nelle lampade mostrano "fluorescenza", non "fosforescenza". (Vedi FOSFORO)

Lampada a fluorescenza
Una lampada ad alta efficienza che utilizza una scarica elettrica attraverso vapore di mercurio a bassa pressione per produrre energia ultravioletta (UV). L'UV eccita fosforo materiali applicati come strato sottile all'interno di un tubo di vetro che costituisce la struttura della lampada. I fosfori trasformano i raggi UV in luce visibile.

Footcandle (fc)
Un'unità di illuminamento o luce che cade su una superficie. Sta per il livello di luce su una superficie a un piede da una candela standard. Un footcandle è uguale a uno lumen per piede quadrato. Guarda anche lusso.

Footcandle Meter
(Vedere MISURATORE DI ILLUMINANZA).

Footlambert
Un termine obsoleto che si riferisce a una luminanza di 1 /? candele per piede quadrato.

Frequenza (operazioni nominali)
La frequenza operativa dichiarata in Hz di una lampada a scarica.

Fovea, Foveal Vision
Una piccola regione della retina corrispondente a ciò che un osservatore sta guardando direttamente. Questa regione è popolata quasi interamente con coni, mentre la regione periferica ha un numero crescente di aste. I coni hanno una sensibilità con un picco nel giallo e corrispondente alla curva di risposta dell'occhio (Vedi fotopica, scotopic, SENSIBILITÀ ALL'OCCHIO).

Illuminazione a spettro completo
Un termine di marketing, in genere associato a fonti di luce simili ad alcune forme di luce naturale (5000K e superiori, 90 + CRI), ma a volte più ampiamente utilizzate per lampade con uno spettro di colori uniforme e continuo.

G

Illuminazione generale
(Vedere ILLUMINAZIONE DELL'AMBIENTE)

Genura®
GE non ha elettrodi lampada fluorescente compatta, Genura, usa induzione per alimentare lo scarico. La camera genera UV (proprio come una scarica in una normale lampada fluorescente) che viene convertito da fosfori alla luce visibile. Poiché Genura non utilizza elettrodi, la durata di questa lampada con riflettore unica è più lunga dei tipici prodotti fluorescenti compatti (Vedi Lampade senza elettrodi).

Bagliore
Il disagio visivo causato da un'eccessiva luminosità è chiamato bagliore di disagio. Se le prestazioni dell'attività sono interessate, si parla di abbagliamento della disabilità. L'abbagliamento può essere riflesso diretto o riflesso indiretto (riflesso) (Vedi RIFLESSIONI DI VELE e PROBABILITÀ DEL COMFORT VISIVO).

H

Lampada alogena
Una lampada alogena è una lampada a incandescenza con un filamento circondato da gas alogeni, come iodio o bromo. I gas alogeni consentono ai filamenti di funzionare a temperature più elevate e più alte efficacies. L'alogeno partecipa a un ciclo di trasporto del tungsteno, restituendo il tungsteno al filamento e prolungando la durata della lampada.

Lampada alogena-IR (HIR)
Designazione GE per lampade alogene al tungsteno ad alta efficienza. Le lampade HIR utilizzano tubi a filamento sagomato rivestiti con numerosi strati di materiali che trasmettono luce ma riflettono il calore (infrarosso) nel filamento. Ciò riduce la potenza necessaria per mantenere caldo il filamento.

Illuminazione ad alta baia
Illuminazione progettata per ambienti (in genere) industriali con un'altezza del soffitto di 25 piedi e oltre.

Lampada a scarica ad alta intensità (HID)
Un termine generale per mercurio, ioduri metallici (GE ConstantColor® CMH®, Multi-Vapor®, MXR o Arcstream®) e sodio ad alta pressione (GE Lucalox®) lampade. Le lampade HID contengono tubi ad arco compatti che racchiudono vari gas e sali metallici che operano a pressioni e temperature relativamente elevate.

Lampada al sodio ad alta pressione (HPS)
Le lampade HPS sono fonti di luce a scarica ad alta intensità che producono luce mediante una scarica elettrica attraverso il vapore di sodio che opera a pressioni e temperature relativamente elevate. GE commercializza queste lampade con il nome commerciale di Lucalox®.

Tempo di riavvio a caldo
Tempo impiegato da una lampada a scarica ad alta intensità per raggiungere l'90% della luce emessa dopo essere passato da acceso a spento.

I

I-Line
Una designazione GE per una famiglia di lampade ad alogenuri metallici che funzionerà con un reattore al mercurio. Progettato come semplice retrofit per lampada al mercurio.

Ignitor
Un dispositivo elettronico che fornisce un impulso ad alta tensione per avviare una scarica elettrica. In genere, l'accenditore è accoppiato o fa parte della zavorra (vedere ANTIPASTO).

Illuminamento
"Cioè il livello di luce su una superficie. L'illuminamento è misurato in footcandles or lusso.

"La" densità "della luce (lumen / area) incidente su una superficie

Illuminatore
Un dispositivo che misura l'illuminamento in una posizione calibrata in footcandles o in lux. (Conosciuto anche come esposimetro - Vedi COSINA CORRETTA)

Lampada ad incandescenza
Una fonte di luce che genera luce utilizzando un filo di filamento sottile (solitamente di tungsteno) riscaldato al calore bianco da una corrente elettrica che lo attraversa.

Illuminazione indiretta
Il metodo di illuminazione di uno spazio indirizzando la luce dagli apparecchi verso l'alto verso il soffitto. La luce diffusa dal soffitto produce un'illuminazione morbida e diffusa per l'intera area.

Illuminazione ad induzione
I gas possono essere eccitati direttamente tramite radiofrequenza o microonde da una bobina che crea campi elettromagnetici indotti. Questo si chiama illuminazione ad induzione e differisce da una scarica convenzionale, che utilizza elettrodi per trasportare corrente nell'arco. Le lampade a induzione non hanno elettrodi all'interno della camera e quindi generalmente hanno una durata maggiore rispetto alle lampade standard. Genura®è un esempio di lampada a induzione.

Radiazione infrarossa
L'energia elettromagnetica si irradia nell'intervallo di lunghezze d'onda di circa 770 a 1,000,000 nanometri. L'energia in questo intervallo non può essere vista dall'occhio umano, ma può essere percepita come calore dalla pelle.

Inizio istantaneo
Un tipo di zavorra progettato per avviare lampade fluorescenti non appena viene applicata l'alimentazione. La maggior parte delle lampade fluorescenti T8 sono alimentate con reattori elettronici ad avviamento istantaneo. Le lampade fluorescenti Slimline funzionano solo su circuiti ad avviamento istantaneo (vedere AVVIO RAPIDO).

integrale
Un termine popolare per una lampada fluorescente compatta che include un alimentatore incorporato (Vedi CFL).

Inverse Square Law
Formula che afferma che se raddoppi la distanza dalla sorgente luminosa, il livello di luce diminuisce di un fattore di 4, se tripli la distanza, diminuisce di un fattore di 9 e così via.

Isocandela Plot
Un diagramma con linee che collegano punti di uguale intensità luminosa attorno a una sorgente.

Diagramma Isolux (o grafico isofootcandle)
Una linea tracciata per mostrare punti di uguale illuminazione (lux o footcandles) su una superficie illuminata da una o più sorgenti.

K

Kelvin
Un'unità di temperatura che parte da zero assoluto, parallela alla scala Celsius (o centigrado). 0C è 273K.

Kilowatt (kW)
La misura della potenza elettrica pari a 1000 watt.

Chilowattora (kWh)
La misura standard di energia elettrica e la tipica unità di fatturazione utilizzata dai servizi elettrici per l'uso dell'elettricità. Una lampada 100-watt utilizzata per 10 ore consuma 1000 wattora (100 x 10) o un chilowattora. Se l'utilità addebita € 0.10 / kWh, il costo dell'elettricità per le ore di funzionamento 10 sarebbe 10 centesimi (1 x € 0.10)

L

Lampada
Il termine usato per riferirsi al pacchetto completo di sorgenti luminose, comprese le parti interne e un bulbo o tubo esterno. "Lampada", ovviamente, viene anche comunemente usata per riferirsi a un tipo di piccola lampada come una lampada da tavolo.

Descrizione della lampada
Il codice identificativo della lampada. Per le lampade a proiezione, si tratta di un codice numerico 3 che identifica in modo univoco la lampada ai fini dell'ordine. In alcuni casi, le lampade con codici 3 (ANSI) sono disponibili in più di una tensione di progetto, nel qual caso la tensione richiesta deve essere specificata anche al momento dell'ordine. Alcune lampade di proiezione GE hanno un codice di ordinazione composto da due o più codici ANSI con lettera 3 - come EM / EKS e DYS / DYV / BHC. Il primo codice è il codice ANSI, i codici secondari identificano quale lampada può sostituire direttamente la lampada a codice multiplo. Solo il primo codice appare sulla lampada stessa. Le lampade a codice multiplo sono così designate da General Electric per la comodità del cliente. In quasi tutti i casi, le lampade a raggio miniaturizzato e sigillato sono contrassegnate con un numero di commercio elettrico generale registrato con ANSI.

Altezza della lampada
Indicato da IEC come dimensione C. Indicato anche come "Base dalla parte superiore alla parte superiore della lampada".

Tipi di lampade
Lampade a incandescenza: incandescenti, alogene, alogene-IR.
Lampade a scarica: fluorescente, HID (scarica ad alta intensità)
Lampade HID: mercurio, HPS (sodio ad alta pressione), MH (alogenuri metallici) e CMH (alogenuri metallici ceramici)

Larghezza della lampada
Riferito da IEC come dimensione A.

lente
Un elemento trasparente o semitrasparente che controlla la distribuzione della luce reindirizzando i singoli raggi. Gli apparecchi hanno spesso obiettivi oltre ai riflettori.

Life
(Vedere DURATA DELLA LAMPADA NOMINALE).

luce
Energia radiante che può essere percepita o vista dall'occhio umano. La luce visibile viene misurata in lumen.

Light Center Length (LCL)
La distanza tra il centro del filamento, o tubo ad arco, e un piano di riferimento - di solito la parte inferiore della base della lampada. Consultare la tabella seguente per le posizioni del piano di riferimento.

"MARGIN-BOTTOM: 8px"> "

"

Tipo di basePosizione del piano di riferimento LCL
Tutte le basi delle viti (tranne Mini-Can)Parte inferiore del contatto di base
Mini-CanDove il diametro dell'isolante di base in ceramica è .531 pollici
Mezzo di contatto 3Parte inferiore del contatto di base
Mogul Medium PrefocusParte superiore delle pinne di base
Mogul PrefocusParte superiore delle pinne di base
BiPost medioEstremità di base della lampadina (lampade di vetro)
Parte inferiore della base in ceramica (lampade al quarzo)
Mogul BiPostSpalla dei pali (lampade di vetro)
Parte inferiore della base in ceramica (lampade al quarzo)
Prefisso 2-PinParte inferiore della base in ceramica
Candelabri a baionetta SC o DCParte superiore dei piedini di base
Baionetta mediaParte superiore dei piedini di base
Prefocus SC o DCPiano di localizzazione delle basi sul collare prefocus
Pin 2 medioParte inferiore della scocca in metallo

Diodo ad emissione luminosa (LED)
Un solido che converte direttamente gli impulsi elettrici in luce. Alcuni LED oggi incorporano materiali fluorescenti per modificare le caratteristiche di colore della luce emessa.

Applicazione di illuminazione
(Vedere APPLICAZIONE).

Codice della Federazione dell'industria dell'illuminazione (LIF)
Per le lampade Showbiz / Speciality, queste sono assegnate dalla Lighting Federation of London UK. Assicurano l'intercambiabilità elettrica e meccanica di lampade con codici simili. I codici LIF sono divisi in gruppi in base all'applicazione principale delle lampade.

Fattore di perdita di luce
Il prodotto di tutti i fattori che contribuiscono ad abbassare il livello di illuminazione tra cui degradazione del riflettore, sporco, deprezzamento della lampada nel tempo, fluttuazioni di tensione, ecc.

esposimetro
(Vedere MISURATORE DI ILLUMINANZA)

Lieve inquinamento
Luce che è diretta verso aree dove non è necessaria e quindi interferisce con alcuni atti visivi. L'inquinamento luminoso diretto o riflesso nel cielo crea una "cupola" di luce sprecata e rende difficile vedere le stelle sopra le città.

Light Trespass (Spill Light)
La luce che non è puntata correttamente o schermata efficacemente può fuoriuscire in aree che non la vogliono: può essere diretta verso guidatori, pedoni o vicini. È fonte di distrazione e fastidio e talvolta può essere disabilitante.

Lumen
Una misura del flusso luminoso o quantità di luce emessa da una sorgente. Ad esempio, una candela per cena fornisce circa 12 lumen. Una lampada a incandescenza Soft White da 60 fornisce circa 840 lumen.

Manutenzione del lume
Una misura di come una lampada mantiene la sua emissione luminosa nel tempo. Può essere espresso numericamente o come un grafico dell'emissione luminosa rispetto al tempo.

Efficienza dell'apparecchio
Il rapporto tra i lumen totali emessi da un apparecchio d'illuminazione e quelli emessi dalla lampada o dalle lampade utilizzate in quell'apparecchio d'illuminazione.

Efficacia luminosa
(Vedere EFFICACIA)

Illuminazione
Un'unità di illuminazione completa costituita da una lampada (o lampade), alimentatore (o alimentatori) come richiesto insieme alle parti progettate per distribuire la luce, posizionare e proteggere le lampade e collegarle all'alimentazione. Un apparecchio viene spesso definito apparecchio.

luminanza
Una misura della "luminosità della superficie" quando un osservatore guarda nella direzione della superficie. È misurato in candele per metro quadrato (o per piede quadrato) ed era precedentemente indicato come "luminosità fotometrica".

Lux (lx)
Un'unità di illuminamento o luce che cade su una superficie. Un lux equivale a un lume per metro quadrato. Dieci lux equivalgono approssimativamente a un footcandle. (Vedere footcandle)

M

Lunghezza totale massima (MOL)
La misura end-to-end di una lampada, espressa in pollici o millimetri.

Lumen medi
La potenza luminosa media di una lampada per tutta la sua durata nominale. Basato sulla forma della curva di ammortamento del lume, per fluorescente e lampade ad alogenuri metallici, i lumen medi sono misurati al 40% di durata nominale della lampada. For mercurio, sodio ad alta pressione e lampade a incandescenza, i valori nominali lumen medi si riferiscono a lumen con 50% della durata nominale della lampada (vedere Manutenzione del lume).

Base media
Di solito si riferisce alla base a vite tipicamente utilizzata nelle lampade a incandescenza domestiche. C'è anche la base bipin media comunemente usata nelle lampade fluorescenti T12 e T8.

Lampada al mercurio
Una sorgente di luce a scarica ad alta intensità che opera a una pressione relativamente elevata (circa l'atmosfera 1) e una temperatura in cui la maggior parte della luce viene prodotta dalle radiazioni del vapore di mercurio eccitato. Fosforo i rivestimenti su alcuni tipi di lampade aggiungono ulteriore luce e migliorano la resa cromatica.

Lampada ad alogenuri metallici
Una sorgente di luce a scarica ad alta intensità in cui la luce viene prodotta dalle radiazioni del mercurio, oltre agli alogenuri di metalli come sodio, scandio, indio e disprosio. Alcuni tipi di lampade possono anche utilizzare rivestimenti al fosforo. I nomi commerciali di GE includono: Multi-Vapor®, ConstantColor® CMH®, PulseArc®, Staybright®, Watt-Miser®, ChromaFit e Arcstream®.

mesopico
In genere riferito alle condizioni di illuminazione esterna notturna, la regione tra visione FOTOPICA e SCOTOPICA (Vedi scotopic).

Mod-U-Line®
Un nome registrato GE per una famiglia di lampade fluorescenti a forma di U, sia T8 che T12.

Base del magnate
Una base a vite utilizzata su lampade più grandi, ad esempio molte lampade HID.

Luce monocromatica
Luce con una sola lunghezza d'onda (cioè colore) presente.

Altezza di montaggio
Distanza dalla parte inferiore dell'apparecchio al pavimento o al piano di lavoro, a seconda dell'uso.

MR-16 e MR-11
Una linea di lampade a riflettore compatte a bassa tensione utilizzate per l'illuminazione d'accento e spot. 16 e 11 si riferiscono a 16 ottavi di diametro in pollici e 11 ottavi.

Multi-Vapor®
Un marchio GE per lampade ad alogenuri metallici.

N

Nanometro
Un'unità di lunghezza d'onda pari a un miliardesimo di metro.

O

Tensione a circuito aperto (OCV)
Tensione a circuito aperto misurata attraverso la presa nella quale la lampada si avvita, con il reattore acceso. È pericoloso inserire un voltmetro in una simile presa senza una conoscenza precisa dell'alimentatore perché potrebbero essere presenti tensioni eccessivamente elevate.

Apparecchio aperto valutato
Lampade approvate per la combustione in apparecchi aperti (al contrario di apparecchi chiusi che hanno una lente acrilica o un involucro di vetro piatto).

Posizione operativa o posizione di combustione
Le lampade al mercurio e al sodio ad alta pressione possono essere utilizzate in qualsiasi posizione di combustione e mantengono comunque le specifiche di prestazione nominali. Le lampade agli alogenuri metallici e al sodio a bassa pressione, tuttavia, sono ottimizzate per le prestazioni in specifiche posizioni di combustione o possono essere limitate a determinate posizioni di combustione per motivi di sicurezza.

U = posizione di combustione universale
HBU = Orizzontale -15º su Base Up
HBD = Orizzontale + 15º alla base verso il basso
HOR = Orizzontale ± 15º
H45 = Solo da orizzontale a -45º
VBU = Base verticale su ± 15º
VBD = Base verticale verso il basso ± 15º
Se non si nota una posizione di combustione speciale, la posizione di combustione è universale.

Tensione di funzionamento
Per le lampade a scarica elettrica, questa è la tensione misurata attraverso la scarica quando la lampada è in funzione. È governato dal contenuto della camera ed è in qualche modo indipendente dalla zavorra e da altri fattori esterni.

P

Lampada PAR
PAR è l'acronimo di riflettore alluminizzato parabolico. Una lampada PAR, che può utilizzare un filamento incandescente, un tubo alogeno o un tubo ad arco HID, è una lampada a riflettore in vetro pressato di precisione. Le lampade PAR si basano sia sul riflettore interno che sui prismi nell'obiettivo per il controllo del raggio luminoso.

Fosforo
Un composto chimico inorganico trasformato in polvere e depositato sulla superficie interna del vetro di tubi fluorescenti e alcune lampade a mercurio e ad alogenuri metallici. I fosfori sono progettati per assorbire radiazioni ultraviolette a lunghezza d'onda corta e per trasformarle ed emetterle come luce visibile (Vedi Flourescence).

Fotometria
La misurazione della luce e relative quantità.

photopic
"In genere ad alta luminosità e nella regione centrale o foveale (Vedi scotopic, FOVEA, VISON FOVEAL).

“Visione di cui sono responsabili i coni negli occhi

Collegare
(Vedere CFL).

Fattore di potenza (PF)
Una misura della differenza di fase tra voltaggio e corrente assorbita da un dispositivo elettrico, come a zavorra o motore. I fattori di potenza possono variare da 0 a 1.0, con 1.0 ideale. Il fattore di potenza viene talvolta espresso in percentuale. Lampade ad incandescenza hanno fattori di potenza vicini a 1.0 perché sono semplici carichi "resistivi". Il fattore di potenza di a fluorescente e HIDil sistema di lampade è determinato dalla reattanza utilizzata. Il fattore di potenza "alto" di solito indica una valutazione di 0.9 o superiore. Le compagnie elettriche possono penalizzare gli utenti per l'utilizzo di dispositivi a basso fattore di potenza.

Precise ™
Il nome commerciale GE per le lampade spot e flood flood riflettenti alogene dicroiche alogene a basso voltaggio dicroiche MR-16 e MR-11 compatte.

Codice prodotto
È importante utilizzare questo codice di cinque cifre al momento dell'ordine per assicurarsi di ricevere esattamente il prodotto richiesto.

Circuito di preriscaldamento
Un tipo di circuito fluorescente a lampada-reattore utilizzato con i primi prodotti commerciali a lampada fluorescente. Un pulsante o un interruttore automatico viene utilizzato per preriscaldare i catodi della lampada in uno stato di incandescenza. L'avvio della lampada può quindi essere realizzato utilizzando semplici "choke" o reattori del reattore.

Inizio impulso
Un alimentatore HID con un accenditore ad alta tensione per avviare la lampada.

Q

quarzo
Un nome per silice fusa o sabbia fusa da cui molti contenitori ad alta temperatura sono modellati nel settore dell'illuminazione. Il quarzo sembra vetro ma può resistere alle alte temperature necessarie per contenere scariche ad arco ad alta intensità.

Lampada alogena al quarzo
(Vedere LAMPADE ALOGENE).

R

Radiazione
Un termine generale per il rilascio di energia in una forma di "onda" o "raggio". Tutta la luce è energia radiante o radiazione, così come calore, raggi UV, microonde, onde radio, ecc.

Circuito di avvio rapido
Un circuito fluorescente lampada-reattore che utilizza il riscaldamento catodico continuo, mentre il sistema è alimentato, per avviare e mantenere l'emissione luminosa della lampada a livelli efficienti. I reattori ad avvio rapido possono essere elettromagnetici, elettronici o ibridi. L'oscuramento completo della lampada fluorescente è possibile solo con i sistemi ad avvio rapido (vedere INIZIO IMMEDIATO).

Durata nominale della lampada
Per la maggior parte dei tipi di lampada, la durata nominale della lampada è il periodo di tempo di un campione statisticamente grande tra il primo utilizzo e il punto in cui 50% delle lampade è morto. È possibile definire la "vita utile" di una lampada in base a considerazioni pratiche che riguardano l'ammortamento del lume e lo spostamento del colore (Vedi VITA).

riflettanza
Il rapporto tra la luce riflessa da una superficie e quell'incidente su di essa.

Lampada riflettore (R)
altre volte include tutte le lampade a riflettore come PAR e MR.

Una fonte di luce con una superficie riflettente integrata. A volte, il termine è usato specificamente per indicare lampadine soffiate come le lampade R ed ER

Room Cavity Ratio (RCR)
Un fattore di forma (per una stanza, ecc.) Utilizzato nei calcoli dell'illuminazione.
RCR = 5H (L + W) / L x W o, alternativamente,
RCR = (2.5) Area parete totale / Superficie.
Dove H = altezza, L = lunghezza e W = larghezza della stanza.
più piatta è la stanza più basso è l'RCR.

Una stanza cubica avrà un RCR di 10

S

Codice stato e contea (SCC)
Il codice completo del caso delle cifre 14 utilizzato sull'etichetta del contenuto di GE.

scotopica
Visione in cui le aste della retina sono le uniche responsabili della vista, in genere come i livelli di luce in campagna in una notte senza luna e illuminata da stelle (Vedi anche fotopica, FOVEA, VISIONE FAVOLOSA mesopico).

Rapporto Scotopic / Photopic (S / P)
Questa misurazione spiega il fatto che dei due sensori di luce nella retina, le aste sono più sensibili alla luce blu (visione scotopica) e coni alla luce gialla (visione fotopica). Il rapporto scotopico / fotopico (S / P) è un tentativo di catturare i punti di forza relativi di queste due risposte. S / P è calcolato come la razione di lumen scotopici in lumen fotopici per la sorgente luminosa su un ANSI alimentatore di riferimento. Le fonti più fredde (lampade con temperature di colore più alte) tendono ad avere valori più alti del rapporto S / P rispetto alle fonti calde.

Avvitare
(Vedere CFL).

Temperatura di tenuta (massima)
La temperatura operativa massima del sigillo della lampada in gradi Celsius.

Lampade auto-zavorrate
Una lampada a scarica con un dispositivo di zavorra integrato che consente alla lampada di essere collegata direttamente a una presa che fornisce tensione di linea (Vedi CFL).

Dimensione della fonte
Per le lampade a proiezione, questo è definito come le dimensioni dell'area rettangolare, centrata sull'asse della lampada, entro cui giacciono tutte le parti luminose del filamento, se viste perpendicolarmente all'asse della bobina del filamento o al piano di C-13 e Filamenti C-13D.

Rapporto tra spaziatura e altezza di montaggio
a volte chiamato criterio di spaziatura. È OK avere un apparecchio più vicino rispetto al criterio di spaziatura suggerito dal produttore ma non più lontano, altrimenti si otterranno macchie scure tra gli apparecchi.

Rapporto tra la distanza del dispositivo (distanza a parte) e l'altezza di montaggio sopra il piano di lavoro

Specifiche Serie (SP) Colori
Ad alta efficienza energetica, per tutti gli usi, tri- fosforo colori della lampada fluorescente che forniscono una buona resa cromatica. Il CRI per i colori SP è 70 o superiore e varia a seconda del tipo di lampada.

Specifiche Serie Deluxe (SPX) Colori
Ad alta efficienza energetica, per tutti gli usi, tri- fosforo colori delle lampade fluorescenti che offrono una resa cromatica migliore rispetto ai colori della serie di specifiche (SP). Il CRI per i colori SPX è 80 o superiore e varia in base al tipo di lampada specifico. Tutto GE CFL i prodotti utilizzano fosfori SPX.

Spectral Power Distribution (SPD)
Un grafico della potenza radiante emessa da una sorgente luminosa in funzione della lunghezza d'onda. Gli SPD forniscono un profilo visivo o "impronta digitale" delle caratteristiche cromatiche della sorgente in tutta la parte visibile dello spettro.

Spettro
Vedere DISTRIBUZIONE SPETTRALE DI ALIMENTAZIONE (SPD).

Riflesso speculare
Riflessione da una superficie liscia e lucida, al contrario di una riflessione diffusa.

Individuare
Un termine colloquiale che si riferisce a una lampada a riflettore con un fascio di luce stretto, in genere intorno a 10 gradi o meno. Deriva dal fatto che una lampada del genere produce uno stretto punto di luce al contrario di un ampio flusso di luce.

SPxx
Una denominazione di colore per le lampade ad alogenuri metallici in ceramica GE con una resa cromatica superiore ~ ​​90.

Starcoat®
Lo speciale rivestimento barriera di GE applicato all'interno di tutti i T8 GE lampade fluorescenti, nonché alcuni altri tipi di lampada, per migliorare la durata della lampada e fornire una manutenzione del lume superiore.

Antipasto
Un modulo o dispositivo elettronico utilizzato per assistere nell'avvio di una lampada a scarica, in genere fornendo un picco di tensione (Vedi IGNITOR).

Temperatura iniziale (minima)
La temperatura ambiente minima alla quale la lampada si avvia in modo affidabile.

Scottatura
Arrossamento e infiammazione della pelle causati da sovraesposizione a fonti contenenti UV-B e / o UV-C.

sistema
Un termine che si riferisce alla combinazione di lampada e alimentatore, e talvolta all'intero sistema di erogazione dell'illuminazione, incluso il dispositivo, l'ottica, il layout particolare e i controlli di illuminazione.

T

T-12, T-8, T-5
T-12 è 12 ottavi di pollice, o 11 / 2 pollici Una designazione per il diametro di un bulbo tubolare in ottavi di pollice T-8 è 1 pollici, e così via.

compito di illuminazione
Illuminazione supplementare fornita per facilitare l'esecuzione di un'attività localizzata, ad esempio una lampada da tavolo per la lettura o una lampada di ispezione per l'ispezione del tessuto.

Test TCLP
Il test TCLP (Toxicity Characteristic Leaching Procedure), specificato nel Resource Conservation and Recovery Act (RCRA) di 1990, viene utilizzato per caratterizzare i rifiuti di lampade fluorescenti come rifiuti pericolosi o non pericolosi. Il test TCLP misura la capacità del mercurio e / o del piombo in una lampada di penetrare da una discarica in acque sotterranee (Vedi ECOLUX).

THD
(Vedere DISTORSIONE ARMONICA TOTALE)

Tensione lampada di avviamento da terminale a terminale (VRMS) (minima o massima)
La tensione minima o massima consentita nella lampada dalla reattanza in condizioni variabili come specificato.

Distorsione armonica totale (THD)
Una misura della distorsione causata da reattori e altri carichi induttivi della corrente di ingresso su sistemi di alimentazione a corrente alternata (CA) causati da armoniche di ordine superiore della frequenza fondamentale (60Hz in Nord America). Il THD è espresso in percentuale e può riferirsi a singoli carichi elettrici (come la zavorra) o a un circuito o sistema elettrico totale in un edificio. ANSI C82.77 raccomanda che il THD non superi l'32% per i singoli reattori elettronici commerciali, sebbene alcuni servizi elettrici possano richiedere THD inferiori su alcuni sistemi. THD eccessivi sui sistemi elettrici possono causare perdite di efficienza, nonché surriscaldamento e deterioramento dei componenti del sistema.

Troffer
Una lunga unità di illuminazione ad incasso, solitamente installata in un'apertura nel soffitto.

Lampada alogena al tungsteno
(Vedere LAMPADA ALOGENA).

U

Uniform Code Council (UCC)
Il codice del caso delle cifre 12 derivato dalle ultime cifre 12 del codice SCC delle cifre 14 sull'etichetta del contenuto del caso GE.

Underwriters Laboratories (UL)
Un'organizzazione privata che collauda ed elenca le apparecchiature elettriche (e di altro tipo) per la sicurezza elettrica e antincendio secondo UL e altri standard riconosciuti. Un elenco UL non è un'indicazione delle prestazioni complessive. Le lampade non sono classificate UL tranne per i gruppi di lampade fluorescenti compatte, quelle con basi a vite e alimentatori integrati.

Codice prodotto uniforme (UPC)
Il codice cifra 12 sull'unità vendibile utilizzato per la scansione nel registro.

Radiazione ultravioletta (UV)
Energia radiante nell'intervallo di circa 100-380 nanometri (Nm). Per applicazioni pratiche, la banda UV è ulteriormente suddivisa come segue:

  • Produttori di ozono - 180-220 nm
  • Battericida (germicida) - 220-300
  • Eritemale (arrossamento della pelle) - 280-320
  • Spia "nera" - 320-400

UV-B (280-315 nm) e UV-C (100-280 mm).

La Commissione internazionale per l'illuminazione (CIE) definisce la banda UV come UV-A (315-400 nm)

V

Illuminazione a mantovana
Illuminazione da sorgenti luminose su una parete tipicamente sopra il livello degli occhi, schermata da pannelli orizzontali. La luce può essere rivolta verso l'alto o verso il basso.

Riflessione velata
"A volte chiamato" riflesso riflesso ". Potresti aver avuto a che fare con riflessi velati quando devi inclinare un caricatore lucido per evitare l'abbagliamento in modo da leggerlo, o hai difficoltà a leggere un monitor di un computer a causa del riflesso di una finestra o di una lampada (Vedere BAGLIORE).

“Riduzione efficace del contrasto tra compito e sfondo causato dal riflesso dei raggi luminosi

Probabilità del comfort visivo (VCP)
Per un determinato schema di illuminazione, VCP è un rapporto espresso come percentuale di persone che, osservando da una posizione specifica e in una direzione specificata, trovano il sistema accettabile in termini di abbagliamento (Vedi BAGLIORE).

Compito visivo
oggetti e dettagli che devono essere visti per eseguire un'attività.

Il compito associato alla vista

Volt
Una misura della "pressione elettrica" ​​tra due punti. Maggiore è la tensione, maggiore sarà la corrente che verrà spinta attraverso un resistore collegato attraverso i punti. La specifica di volt di una lampada a incandescenza è la "pressione" elettrica necessaria per guidarla nel punto previsto. La "tensione" di un alimentatore (ad es. 277 V) si riferisce alla tensione di linea a cui deve essere collegato.

Voltaggio
Una misura della forza elettromotrice in un circuito elettrico o dispositivo espresso in volt. La tensione può essere considerata analoga alla pressione in una linea di galleggiamento.

Voltaggio (design)
Per le lampade per autoveicoli, la tensione alla quale è progettata per fornire le caratteristiche di durata di ampere, potenza di candela e laboratorio. Per le lampade a proiezione, la tensione indicata è la tensione di progetto della lampada, su cui si basano i valori di durata e potenza. Le lampade per le quali 115-120 è mostrato nella colonna Volt sono progettate con volt 118. Le lampade sono disponibili solo nelle tensioni di progetto indicate. Quando si ordinano le lampade elencate per più di una tensione, assicurarsi di specificare la tensione richiesta. (La variazione della tensione di alimentazione può influire in modo significativo sulla durata della lampada.)

W

Temperatura della parete (massima lampadina)
La temperatura massima della parete della lampadina in gradi Celsius.

Tempo di riscaldamento a 90%
Il tempo impiegato da una lampada a scarica ad alta intensità per raggiungere l'90% dell'emissione luminosa dopo l'accensione.

Bianco caldo
Fa riferimento a una temperatura di colore attorno a 3000K, che fornisce una luce bianco-giallastra.

Watt
Un'unità di energia elettrica. Le lampade sono classificate in watt per indicare la velocità con cui consumano energia (Vedi ORA DI KILOWATT).

Indicatore di potenza ridotto
Indica che si tratta di un'opzione di potenza ridotta per le lampade normalmente utilizzate in questa applicazione. Assicurati di controllare la potenza, i lumi e la durata per determinare quale lampada è più adatta alle tue esigenze.

lunghezza d'onda
La distanza tra due creste vicine di un'onda mobile. La lunghezza d'onda della luce è compresa tra i nanometri 400 e 700.

Piano di lavoro
se non diversamente indicato, si presume che sia un piano orizzontale 30 pollici sopra il pavimento (altezza del piano del tavolo) avente la stessa area del pavimento.

Piano in cui viene eseguito il lavoro e in cui l'illuminazione viene specificata e misurata

Distanza di lavoro (tipica)
Per multi-specchio® e altri riflettori Quartzline® lampade e lampade di proiezione MARC ™, la distanza di lavoro indicata è la distanza dalla superficie anteriore del bordo del riflettore al piano del film, nel sistema ottico per cui la lampada è stata progettata per la prima volta. Nella maggior parte dei casi, fornisce un piano di luce uniforme per l'apertura prevista.

By | 2019-12-16T05:58:13+00:00 Dicembre 16th, 2019|notizie aziendali| Commenti